Introduzione

Mi sono sempre vantato di essere un precursore ed aver 'scoperto' per primo tecnologie che poi sono diventate di massa e comuni.
Seguendo da sempre il mondo tecnologico ho infatti scoperto l'esistenza di tecnologie poco sfruttate (la maggior parte delle volte incredibilmente snobbate e non pubblicizzate dalle stesse case costruttrici, talvolta addirittura rinnegate dalle filiali italiane finchè non gli mostro io il prodotto...) in cui ho investito molto. Questa ricerca della novita' e della comodita' è aiutata anche dal mio senso (da sempre) di sboròne (esibizionista dell'avere).
Ma, intendiamoci, non sono quel genere di gradasso che ostenta il lusso e la ricchezza: oltre al fatto che non potrei farlo per ovvi limiti, gli articoli o i prodotti che ho cercato e comprato non sono particolarmente costosi o lussosi: sono solo rari e misconosciuti (o almeno ai tempi in cui li presi io).
Tuttavia sono sempre stati ariticoli non proprio economici sia perchè appunto rari sia perchè erano quasi prototipi.
Con l'avvento di internet, poi, tutto questo si è espanso e si è creato (con almeno gli ultimi 2 o 3 prodotti qua elencati) una sorta di GEMELLAGGIO fraterno fra i possessori (spesso internazionali) che ci rende una grande famiglia.
Avere l'iphone o non so che di ultra tecnologico ma status symbol e costoso, non crea quella comunità di veri appassonati che si sono indebitati per quel gioiellino (ed hanno risparmiato per avere un prodotto che devono spiegare poi in giro fra molto scetticismo) che crea poi uno strano spirito di corpo. Questa è una cosa bellissima...
Forse anche per questo poi, di fatto, abbandono la tecnologia quando diventa di massa e (se sono stato) un esperto di GPS o della fotografia digitale, ora non lo sono più anche perchè (ed è l'unica osserbazione forse veramente utile di questa pagina), tutte le tecnologie quando diventano di massa cominciano a fare schifo perchè sono sempre e soli i primi prodotti (fatti in rosso e senza badare a risparmi) quelli che danno prestazioni migliori. Quando poi arrivano tutti gli altri anche i grandi costruttori scendono a compromessi di qualità e prestazioni...

In questa pagina raccolgo questi prodotti innovativi per quando li presi io e dove possibile foto e riferimenti a siti/forum.

1985 (stima): Batterie ricaricabili

In quell'anno chi altro ha comperato batterie stilo, mezza torcia e torcia da 1.2 volt al nickel cadmio?

1990: Dolby Sourround

Uno dei primi a Milano ad averlo. Lo stupendo Pioneer VSA530 con telecomando programmabile (560.000 lire; tutt'ora funzionante ed usato come ampli hi-fi) era uno dei primi prodotti ad estrarre il Dolby Sourround da fonti stereofoniche (i VHS e sempre l'ottima RAI e TSI). Attenzione, non parliamo di sistemi 5.1 poi diffusissimi un decennio dopo ma proprio di sistemi 3.0 ovvero destro, sinistro e retro (erano 2 ma con la stessa fonte). Da notare che non parlo di PROLOGIC (che è 4.0) ma proprio della versione ancora prima!

1995: La TV via satellite

Si parlava solo di Astra, scordiamoci eutelsat ed ancora meno hotbird. Ed ovviamente di tv analogica. Unico canale con lingua italiana disponibile ai tempi era il mitico Euronews ed in via sperimentale per qualche anno Eurosport.
Parabola da 90cm montata nella casa di Milano ricevitore HITACHI 1050D (558.000 lire, non mi potevo permettere il leader di mercato di allora che era Nokia... che ora praticamente fa un solo prodotto... avete mai sentito parlare dei suoi cellulari?).

1996: Internet

Vi devo spiegare cos'è? Dal 1996 fu registrata la mail selidori@hdc.it (qualche decennio dopo il dominio è morto) e dal 2000 ho dominio con mail personale (con le foto delle vacanze...). Da segnalare poi l'ADSL che ho avuto a casa dal 2001. E qua ribadisco quello detto nella intro: anche se era un'ADSL a solo 640 a me sembrava di andare meglio di oggi che uso la fibra ottica....

1999: Mp3CAR

Questa non so se vale perchè era autocostruito... Ho piazzato un computer FISSO nel bagagliaio (Epson Endoever XL, Pentium 150, 24MB Ram) della mia Punto SX55, un inverter per erogargli i 220v, e scritto personalmente il software DOS che comandava la riproduzione di qualche migliaio di brani salvati su 2 hard disk per un totale di 14 Giga (per i tempi era un valore esagerato).
Il tutto andava in un mixer microscopico (stava sotto la leva del cambio) con presa microfonica (quindi si poteva anche fare Karaoke con i testi a memoria) e finiva nell'ingresso aux dell'autoradio (prezzo stimato: attorno al milione di lire).
A seguito di un furto di autoradio e mixer (mentre il computer me l'hanno lasciato... non sapevano che fosse, evidentemente!) non ho mai più rifatto l'impianto.

SITO DI RIFERIMENTO: http://www.mp3car.com/
Il sito non esiste più da parecchio. Peccato anche perchè ero l'unico italiano e per questo mi ero accaparrato il sottodominio http://www.mp3car.com/italy

1999: DVD

Un lettore DVD Thompson da 799.000 lire!

2000: Macchina fotografica digitale

La mitica Sony Mavica MVC-FD88 che salvava le foto su Floppy Disk, pagata (usata ma perfetta) 1.000.000 di lire... ribadisco quello già detto: con il suo semplice obbiettivo da 1.3 mega pixel e lo zoom da 16x (di cui 8 in ottico! Ineguagliata tutt'oggi!!) ho fatto delle foto infattibili anche oggi con le 12mega pixel (ma vado a naso, come già detto ho abbandonato l'innovazione).

2004 (poteva essere 2002): GPS

L'ho aspettato a prezzi 'normali' per oltre 10 anni e poi per 2 anni per la Garmin stessa che non si decideva a vendere in Italia tale prodotto. Rubatomi 2 anni dopo (nel 2006), ancora oggi rimpiango quei 750 euro spesi per il Garmin iQUE3600, il primo navigatore portatile.

FORUM DI RIFERIMENTO: Lo stupendo forum Garmin (e non solo) ad opera di FraWeb

2006: Telecomando touch screen programmabile

Difficile pure da spiegare. Pensate ad un palmare con touch screen. Lo collegate ad un computer e disegnate sul suo touchscreen i bottoni e ci abbinate le funzioni di infrarossi (incluse macro o sequenze). Ecco il vostro personale telecomando con disegnata la vostra schermata (che possono essere quante se ne vogliono) con i bottoni che volete voi.
Comprato grazie ad un utente americano del forum iQue (vedi subito sopra), il Philips Pronto TSU3000 in Italia non è venduto e la Philips Italia cade persino dalle nuvole quando gli mostro dal loro catalogo che esiste un corrispondente RU950. Tutto questo mi fa pensare sono uno dei pochissimi utenti italiani di tale prodotto.

FORUM DI RIFERIMENTO: Remote Central

2006: Aspirapolvere automatico

Pomposamente chiamanti 'robot domestici' (non amo questa definizione perchè non si capisce che facciano, oltre ad essere un termine abusato), sono quegli apparecchi che girano da soli per la casa aspirando sotto i mobili. Sentono muri e dislivelli, sporco e cambio di pavimenti e -quando scarichi- tornano da soli alla loro cuccia per ricaricarsi.
Comprato a 379€ un iRobot Roomba SE tutt'ora in uso e con batterie perfette, mi sono veramente affezionato a tale prodotto da dargli un nome Washy (e non sono l'unico) e mi stupisce ancora ogni giorno per l'efficenza.
Consigliato a tutti.

2007: Televisione con Ethernet

Ancora la Philips, ancora che sbaglia il marketing. Uno stupendo prodotto come il televisore PF9731D (con Ambilight e digitale terrestre) poco pubblicizzato. Questo TV disponibile a 37 e 40 pollici (io ho il 37) ha il lettore di carte e 2 slot USB per leggerele foto e gli MP3 (e fin qua si è gia visto) e persino i DIVX (unico al mondo). Ma la vera particolarità è che non è neppure necessario doverli salvare sulle memorie: ha infatti una presa ethernet e puo' prelevare dalla rete i contenuti, direttamente in streaming dai server che lo consentono (per ora solo rete interna, non internet).

FORUM DI RIFERIMENTO: AV Magazine

2008: Auto Ibrida (elettrica+benzina)

Incredibile autovettura della Toyota: PRIUS!
Dotata di due motori (elettrico e benzina) e di una complessissimo sistema elettronico che gestisce al 100% la sinergia dei due motori (che possono funzionare insieme o separati in maniera del tutto trasparente all'autista), garantisce prestazioni maggiori a consumi minori rispetto ad autovetture di pari peso e dimensioni.

Le 'conseguenze' di questa sinergia sono un silenzio incredibile nella guida, tutte le funzioni elettroniche possibili immaginabili di serie (ABS, EPS, cambio automatico, climatizzatore, chiusure centralizzate, alzacristalli, ecc) che favoriscono la calma nella guida ed un minor costo di manutenzione agli organi meccanici per la loro minor sollecitazione (freni e batterie inclusi! I primi durano anche 130.000 KM, le seconde sono garantite 8 anni!).

TROPPO!

2012: Modifica a plugin per Toyota Prius 2

E poi la modifica amatoriale in auto plugin, per aumentarne l'autonomia/trazione elettrica!
Grazie al guru e pioniere italiano di questo tipo di operazioni (Mr.Toty che bisogna sempre ringraziare!) nel settembre 2012 si è proceduto al montaggio di gruppo di batterie aggiuntive da 4.5 kW (di tipo LIFEPO4 litio-ferro-fosfato; le migliori al tempo disponibili).
Aumentata di molto la soddisfazione alla guida oltre che la percorribilità in elettrico (da 2 a 30 Km)!

Consigliatissimo a chiunque abbia già l'auto!

BLOG DI RIFERIMENTO: Problemi di ricarica